Sei in » »
Albicocche sciroppate
Tempo totale:

Dall'Italia. La stagione estiva regala alle nostre tavole tanta frutta colorata e succosa. A volte diventa difficile consumarla perchè matura in fretta per le alte temperature e il metodo ideale per non sprecarla o buttarla è quello di fare le conserve.
 
Come per l’uva e le fragole anche dalle albicocche si può ricavare la marmellata, oppure un altro metodo di conservazione più duraturo della frutta è fare le albicocche sciroppate, che come le pesche sciroppate sostituiscono la frutta a fine pasto oppure diventano uno spuntino genuino per la merenda.
 
E’ importante scegliere albicocche non troppo mature e intatte nell’aspetto, preferibilmente raccolte in giornata o comunque fresche.

Ingredienti (10 persone):
  • 2 kg di albicocche;
  • succo di 2 limoni;
  • zucchero;
  • mezza stecca di cannella;
  • acqua.
Procedimento:

  1. Lavate le albicocche e dividetele a metà togliendo il nocciolo.
  2. In una ciotola mettete dell’acqua e il succo di due limoni per renderla acidula.
  3. Man mano che tagliate le albicocche tuffatele nell’acqua per qualche minuto.
  4. In una pentola d’acciaio mescolate acqua e zucchero nella percentuale del 20% cioè 200 gr di zucchero per 1 litro di acqua.
  5. Fate bollire per qualche minuto finchè lo zucchero non sarà completamente sciolto e lo sciroppo non si addenserà.
  6. Lasciate raffreddare e intanto disponete le albicocche nei vasetti di vetro puliti.
  7. Aromatizzate con cannella spezzettata e una volta raffreddato, versate lo sciroppo nei vasetti fino a coprire tutta la frutta.
  8. Assicuratevi che all’interno non rimangano bolle d’aria che potrebbero rovinare le albicocche.
  9. Chiudete accuratamente i vasetti, avvolgeteli in canovacci e sterilizzateli a bagnomaria per 10 minuti in una grande pentola.
  10. Lasciateli raffreddare completamente nella pentola e poi conservateli in dispensa o in un luogo fresco e asciutto.

Consigli: Una volta aperto il vasetto di albicocche sciroppate è consigliabile tenerlo in frigo e in generale conviene consumare entro un paio di mesi la frutta sciroppata poichè è al naturale e non contiene i conservanti industriali.

Varianti: Potete servire le albicocche sciroppate non solo come frutta di fine pasto, ma anche come dessert che accompagna gelato o crema dolce. Il risultato è sorprendente e unisce la dolcezza della frutta alla freschezza del gelato.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |



0,5625