Sei in » »
Cavolfiore fritto alla salentina
Tempo totale:

Dal Salento. La gastronomia salentina è piena zeppa di preparazioni a base di verdure di stagione. Tante ricette: semplici, complesse, povere, ricche, saporite, leggere, ecc.....

Quella che vi presentiamo oggi è semplice, non proprio leggera, versatile e stuzzicante.
Si tratta di un antipastino o uno snack da servire come aperitivo.

Molto pratico anche da mangiare con le mani ed un’occasione per far consumare un po’ di verdura anche ai vostri bimbi.
Vediamo insieme cosa occorre.

Ingredienti (4 persone):
  • 500 gr di cavolfiore;
  • 200 gr di farina;
  • 1 cucchiaino di bicarbonato;
  • 1 uovo;
  • sale;
  • pepe;
  • olio d’oliva per friggere.
Procedimento:

  1. Lavate accuratamente il cavolfiore e dividetelo in cimette.
  2. Eliminate anche le parti dure dei gambi.
  3. Mettete una casseruola piena d’acqua sul fuoco e portate a bollore.
  4. Salate l’acqua e tuffateci le cimette.
  5. Fate lessare per il tempo necessario affinché le cimette siano cotte ma piuttosto al dente.
  6. Scolate con un mestolo forato ed adagiate su carta assorbente in modo da eliminare l’umidità in accesso.
  7. Nel frattempo preparate una pastella con l’uovo leggermente sbattuto e la farina setacciata.
  8. Unite il bicarbonato e continuate a mescolare.
  9. Regolate di sale e di pepe secondo il vostro gusto.
  10. Fate riscaldare abbondante olio d’oliva in una padella antiaderente.
  11. Quando l’olio sarà caldo,  immergete le cimette una ad una nella pastella, facendo in modo che ne vengano completamente ricoperte.
  12. Fate scolare l’impasto in accesso e immergete nell’olio bollente.
  13. Voltatele di tanto in tanto fino a  quando non risulteranno dorate da tutti i lati.
  14. Scolate ed adagiate su carta assorbente.
  15. Proseguite in questo modo fino ad esaurire tutti gli ingredienti.
  16. Servire caldi.

La ricetta prevede l’impiego dei cavolfiori ma voi, per variare, potete utilizzare qualsiasi verdura a cimette: ad esempio le rape o i broccoletti.
 
Variando le verdure avrete anche un po’ l’effetto sorpresa: i vostri commensali pescheranno curiosi di capire che verdura gli capiterà.
 
Un gioco che potrebbe coinvolgere anche i vostri bimbi ed invogliarli a mangiare delle verdure non proprio gradite ai più piccoli.
 
Certo la frittura non rende questa preparazione proprio leggera ma tranquilli la pastella assorbirà poco olio e mi raccomando utilizzate olio di oliva per apprezzarne meglio il suo gusto delle verdure.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
0,453125