Sei in » »
Chiacchere salentine di carnevale
Tempo totale:

Dal Salento. Il Carnevale è uno dei periodi più belli dell'anno.
In questi giorni, più che in altri, siamo abituati a fare festa, divertirci, ridere e scherzare.

Questo è anche il periodo degli eccessi a tavola prima dell'austera e rigorosa Quaresima.

Solitamente questo è il momento in cui le case delle massaie salentine si impregnano del dolce profumo della vaniglia e del delicato suono dello sfrigolare dell'olio da cui sorgono le croccanti e dorate chiacchiere salentine, una delizia per il palato e non solo. Insieme alle ciambelline fritte e alle castagnole sono i dolci tipici del Carnevale.

Ingredienti (16 persone):
  • 1 kg di farina 00;
  • 150 gr di zucchero semolato;
  • 200 gr di burro;
  • 1 tazzina di olio;
  • 4 uova;
  • 2 tazzine di anice;
  • una bustina di vanillina;
  • una bustina di lievito per dolci;
  • 300 gr di zucchero a velo per la decorazione;
  • olio per la frittura.
Procedimento:

  1. Setacciamo la farina sulla spianatoia e disponiamola a fontana.
  2. Uniamoci tutti gli ingrendienti: lo zucchero semolato, il burro leggermente sciolto, l'olio, le uova leggermente sbattute, l'anice, la vanillina e il lievito per dolci.
  3. Impastate velocemente tutti gli ingredienti.
  4. Quando otterrete un panetto liscio ed omogeneo, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare un'oretta nella parte meno fredda del frigo.
  5. Trascorso questo periodo, riprendete l'impasto e dividetelo in 4 parti.
  6. Infarinate leggermente la spianatoia ed iniziate a stendere la prima sfoglia.
  7. Dovete ottenere una sfoglia di qualche millimetro, lo spessore dipende principalmente dal risultato che volete ottenere, ricordate: più la sfoglia è sottile più la chiacchiera risulterà croccante e friabile.
  8. Ritagliate dei fazzoletti di circa 6 cm x 3 cm, potete decorare le chiacchere anche con qualche taglio all'interno.
  9. Proseguite in questo modo fino ad esaurire tutto l'impasto.
  10. Fate riscaldare l'olio in una larga e capace casseruola.
  11. Quando l'olio risulterà sufficientemente caldo, iniziate a friggere le sfoglie.
  12. Saranno necessari pochi minuti per lato, le sfoglie saranno pronte appena risulteranno di un bel colore dorato.
  13. Scolatele ed adagiatele delicatamente su una teglia foderata con carta assorbente.
  14. Proseguite fino a friggere tutte le sfoglie.
  15. Appena le sfoglie risulteranno fredde, sistematele a strati e cospargetele, aiutandovi con un colino, di zucchero a velo.

In questi giorni siamo inondati da ricordi del nostro passato che riaffiorano in un suono, in un profumo, in un colore, in un luogo...ricordi che stimolano le nostre emozioni più fanciullesche, quelle della nostra infanzia.

Il Carnevale è il periodo dell'eccesso per eccellenza ma non sempre, purtroppo, si aveva la possibilità economica per festeggiare con sfarzosità i giorni più goderecci dell'anno.
Ecco perchè, le massaie salentine, si sono ingegnate a creare un dolce semplice e povero ma decisamente sfizioso, un dolce che poteva essere preparato in tutte le case.

Le chiacchere sono un dolce molto apprezzato e conosciuto, anche perchè, con qualche variante, viene prodotto in tutta Italia (pensiamo alle "frappe" per esempio o ai "crostoli").



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
0,109375