Sei in » »
Cialledda calda salentina
Tempo totale:

Dal Salento. La cialledda calda è un piatto povero della tradizione contadina che si mangiava al mattino, quando il latte non era sufficiente a sfamare tutti e soprattutto in inverno per riscaldare lo stomaco e affrontare al meglio la giornata lavorativa.

Di questa ricetta ci sono diverse versioni con l’aggiunta di ingredienti a seconda del proprio gusto personale e soprattutto a seconda di cosa si ha nel proprio frigorifero. La cialledda calda nasce infatti dalla necessità di utilizzare il pane raffermo, che non andava mai buttato in passato, e di insaporirlo con altri ingredienti.

Il risultato è un ottimo piatto per la vostra cena che apprezzerete molto e che vi riporterà indietro nel tempo, ai piatti semplici e sostanziosi.

Ingredienti (4 persone):
  • 500 gr di pane raffermo;
  • 3 cipolle rosse;
  • 250 gr di pomodori a grappolo;
  • olio extravergine d'oliva prezzemolo;
  • origano;
  • pepe;
  • sale.
Procedimento:

  1. Affettate in maniera grossolana le cipolle e i pomodori.
  2. Tritate finemente il prezzemolo.
  3. In una pentola mettete a bollire l’acqua che servirà alla cottura degli ingredienti.
  4. Arrivata a bollore inserite la cipolla e i pomodori.
  5. Aggiungete il prezzemolo, il pepe e il sale, che daranno il sapore.
  6. Fate cuocere fino a quando la cipolla sarà molto morbida, quasi stracotta.
  7. Bagnate nel piatto le fette di pane raffermo con l’olio e cospargete d’origano.
  8. Servite la minestra cotta con un mestolo.
  9. Aggiungete ancora un filo d’olio sul tutto e mangiate il piatto ancora caldo per gustare e assaporare tutti i sapori. 

Varianti: la Cialledda calda è sicuramente un piatto che può essere arricchito con altri ingredienti come le patate, i peperoni, le uova, il peperoncino, l’aglio fino a diventare una vera e propria minestra calda molto ricca.
 
Le fette di pane raffermo possono essere biscottate fino a farle divenire delle bruschette che, a contatto con la cialledda calda, diventeranno morbide, ma conserveranno anche un pò di croccantezza.
 
Curiosità: Anche a Matera la cialledda calda è un piatto tipico molto conosciuto e preparato assieme alla Cialledda fredda che non prevede la cottura degli ingredienti, ma che consiste nel mettere in ammollo le fette di pane e mangiarle con gli ingredienti crudi, ben mescolati tra loro con l’olio, proprio come facevano i contadini di una volta.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
0,1875