Sei in » »
Cipolline in agrodolce
Tempo totale:

Dal Salento. Le cipolline in agrodolce sono un antipasto o un contorno davvero delizioso. E’ un piatto che si realizza facilmente e si presta bene ad accompagnare i secondi a base di carne. La tipologia di cipolle da usare è quella borretana: la tipica cipolla bianca, piccola e schiacciata.
 
Anche chi non ama particolarmente il gusto delle cipolle gradirà questa ricetta perchè l’abbinamento con lo zucchero in cottura le rende più dolci e, se all’aceto di vino bianco sostituite l’aceto balsamico, il sapore è ancor più particolare.
 
La cipolla fa bene all’organismo, è diuretica e antinfiammatoria, contribuisce ad abbassare la pressione e disinfetta l’intestino. Avendo tutte queste qualità benefiche non resta che sfruttarle di più in cucina e la cottura in agrodolce, cioè caramellata con aceto e zucchero, le rende piacevoli al palato. Si possono preparare in anticipo e servirle fredde oppure al momento, a seconda dei gusti.

Ingredienti (4 persone):
  • 500 gr di cipolline borretane;
  • 30 gr di zucchero;
  • 500 ml di aceto di vino bianco;
  • 200 ml di olio extravergine d'oliva;
  • sale e pepe q.b.
Procedimento:

  1. Mondate e lavate le cipolline eliminando tutte le parti danneggiate.
  2. In una teglia antiaderente versate l’aceto con l’olio, lo zucchero, il sale e il pepe.
  3. Aggiungete le cipolline e lasciatele cuocere, con coperchio, per una mezz’ora, a seconda della loro grandezza.
  4. Aggiungete un po’ d’acqua se necessario e mescolate di tanto in tanto.
  5. Trasferite la teglia in forno e accendete il grill per 5 minuti.
  6. Servite calde o tiepide come contorno a secondi piatti.

Consigli: Il tempo di cottura varia a seconda della grandezza delle cipolline che potete cuocere direttamente in forno evitando il passaggio di cottura sulla cucina a gas allungando però i tempi di cottura a 40-45 minuti.
 
Varianti: Con il termine agrodolce si intende la cottura con aceto e zucchero che danno appunto il sapore acre e dolce, ma si intende anche la conservazione delle cipolline borretane nei vasetti di vetro utilizzando lo stesso metodo per fare le melanzane sott’olio, scottate in acqua bollente, olio, aceto e sale e conservate con alloro e chiodi di garofano.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
0,2324219