Sei in » »
Frittata di cicorie alla leccese
Tempo totale:

Dal Salento. La frittata di cicorie è un alimento completo che può essere gustato come secondo piatto o come antipasto. Appartiene alla tradizione contadina leccese ed è altamente digeribile e facile da preparare.

Le cicorie sono erbe spontanee che si trovano in autunno e durano per tutto l’inverno. Della pianta si utilizzano in cucina le foglie e in Puglia con il purè di fave sono un piatto tipico regionale. Il gusto selvatico delle cicorie diventa molto gradevole in cucina associato a diversi ingredienti che le insaporiscono.

La ricetta di oggi è una valida alternativa alla frittata di zucchine. Per chi preferisce le verdure alla carne, il gusto unico delle cicorie arricchito dalle uova e dal formaggio diventa un piatto davvero gustoso.

Ingredienti (4 persone):
  • 6 uova;
  • 400 gr di cicorie;
  • 100 gr di pecorino (o parmigiano);
  • pangrattato qb;
  • sale qb;
  • pepe qb.
Procedimento:

  1. Mondare le cicorie e lessarle in acqua salata.
  2. Aprire le uova e sbatterle fino ad amalgamarle bene.
  3. Aggiungere pepe e sale e continuare a mescolare le uova.
  4. Aggiungere il formaggio e amalgamate bene tutti gli ingredienti.
  5. Aggiungere il pangrattato, senza esagerare altrimenti il composto si addensa troppo.
  6. Dopo aver mescolato bene il tutto, tagliuzzare le cicorie preparate in precedenza e aggiungerle al composto.
  7. Mescolare il composto e renderlo omogeneo, non deve risultare troppo liquido ne troppo denso.
  8. Prendere una pentola antiaderente e ungerla per bene di olio, pochissimo olio.
  9. Versare il composto nella pentola unta di olio e schiacciarlo un po’ affinchè il composto si distribuisca per tutta la pentola.
  10. Mettere a cuocere a fiamma bassissima avendo l’accortezza di metterci sopra il coperchio e fare tipo una cottura a vapore.
  11. Quando la frittata sarà a metà cottura, girarla e lasciarla da quel lato fino a cottura completata.
  12. Tagliare a spicchi e servire.

Varianti: Chi non gusta il formaggio pecorino che ha un sapore intenso può sostituirlo con del grana o parmigiano. La cottura, invece, può essere sostituita con quella più leggera fatta in forno.
Altra variante: La cottura della cicoria è tradizionale, lessa. Volendo si può cuocere con un goccio di olio e dell’aglio e un pomodoro. Questo ultimo procedimento la renderà ancora più gustosa, ma pur sempre molto leggera.

Curiosità: I contadini di una volta, usavano mangiare la frittata di cicorie come spuntino della mattina. Si tagliava a spicchi e la si metteva nel pane casereccio (nella puccia).



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
0,0625