Sei in » »
Giardiniera sott'aceto
Tempo totale:

Dal Salento. Se amate tanto le verdure di stagione e volete gustarle durante tutto l’anno potete fare le tradizionali conserve. La giardiniera sott’aceto è un’esplosione di colori e gusto racchiusa in vasetti di vetro che ci consente di mangiare le verdure e gli ortaggi che più amiamo anche quando nel nostro orto o dal nostro fruttivendolo di fiducia non se ne trovano più.
 
Utilizzate prodotti freschi e di ottima qualità così il risultato finale sarà eccellente e naturalmente scegliete, non solo secondo i vostri gusti, ma anche secondo la disponibilità della verdura: è sempre consigliabile preferire quella di stagione a quella raccolta da serre e fatta maturare in anticipo in celle frigorifere.
 
Utilizzata come contorno ad altri piatti a base di carne o pesce, la giardiniera sott’aceto diventa anche un antipasto sfizioso se servita su crostini di pane o su friselle di piccole dimensioni. Da non sottovalutare il suo utilizzo come componente di un piatto come nel caso degli involtini di pollo e speck, in cui rappresentano il ripieno.

Ingredienti (10 persone):
  • 800 gr di peperoni verdi, rossi e gialli;
  • 200 gr di cetriolini;
  • 200 gr di carote;
  • 200 gr di cipolline;
  • 200 gr di cimette di cavolfiori;
  • 100 gr di sedano bianco;
  • 1 litro di aceto;
  • 2 cucchiai di zucchero;
  • 1 bicchiere di olio extravergine d'oliva;
  • 1 cucchiaio di sale.
Procedimento:

  1. Mondate e tagliate a pezzetti tutte le verdure tranne le cipolline.
  2. Portate a bollore l’aceto con il sale e lo zucchero.
  3. Aggiungete le verdure seguendo quest’ordine: cipolle, carote, sedano, cavolfiore e cetriolini.
  4. Prima di mettere a cottura una nuova verdura aspettate che il liquido di cottura torni a bollire.
  5. Terminate con i peperoni e non appena l’aceto riprende il bollore, togliete dal fuoco.
  6. Aggiungete l’olio e mescolate.
  7. Scolate le verdure e lasciate raffreddare completamente.
  8. Trasferite le verdure nei vasetti di vetro e ricopritele del liquido di cottura.
  9. Chiudete i contenitori e conservateli in un luogo buio, fresco e asciutto.
  10. Lasciate riposare la giardiniera per almeno 40 giorni prima di consumarla.
  11. Servire come contorno a secondi piatti o come antipasto su crostini di pane.

Consigli: Abituiamoci a mangiare oltre alla frutta anche la verdura tutti i giorni, compriamo prodotti di stagione, preferibilmente provenienti da produttori locali, abbattendo così i costi, e se possibile biologici, così da poter mangiare proprio tutte le parti del frutto.

Varianti: Per chi non gusta molto il sapore dell’aceto può optare per un altro tipo di conserva delle verdure preparando la giardiniera sott’olio, in questo caso le verdure dopo esser state in ammollo in aceto vanno strizzate e conservate in vasetti di vetro ricoperte da olio.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |



0,1289063