Sei in » »
fruttone salentino
Tempo totale:

Dal Salento. La forma è quella del pasticciotto e il guscio è sempre di frolla ma il suo ripieno e la copertura al cioccolato lo rendono unico e molto diverso dal suo fratellino pasticciotto.
 
Il pasticciotto ha un cuore cremoso e delicato di crema pasticciera mentre il fruttone ha un gusto deciso, forte, inconfondibile.
 
La prima nota ferma è la glassa solida in superficie, una nota amara data dal cioccolato fondente, mentre il suo ripieno ha carattere e si impone per le sue note dolci.

Prepararlo prevede una certa manualità e un po’ di tempo ma in alternativa potete sempre andare in vacanza nel Salento e acquistarlo in una delle tante pasticcerie a produzione artigianale del territorio.

Ingredienti per la pasta frolla (6 persone):
  • 500 gr di farina 00;
  • 200 gr di zucchero semolato;
  • 250 gr di strutto;
  • 3 uova;
  • 1 cucchiaino di ammoniaca per dolci;
  • la buccia di un limone;
Ingredienti per il ripieno (6 persone):
  • cotognata;
  • 300 gr di mandorle bianche pelate;
  • 200 gr di zucchero semolato;
  • 4 uova;
  • cannella.
Ingredienti per la copertura (6 persone):
  • 250 gr di cioccolato fondente;
  • 50 gr di burro.
Procedimento:

Iniziamo a preparare la frolla:

  1. Setacciare la farina sulla spianatoia.
  2. Date la classica forma a fontana.
  3. Al centro mettete lo zucchero, la buccia grattugiata del limone e l’ammoniaca.
  4. Spezzettate lo strutto e distribuitelo in modo omogeneo su tutto l’impasto.
  5. Lavorate velocemente il tutto.
  6. Dovete ottenere delle briciole.
  7. Unite le uova ed impastate velocemente.
  8. Formate un panetto, copritelo con pellicola trasparente e ponete a riposare in frigo per almeno un ora.
 
Per il ripieno:
  1. Accendete il forno a 120°.
  2. Infornate qualche minuto le mandorle e tostatele fino a renderle croccanti.
  3. Tritatele in un mixer  fino ad ottenere una farina granulosa.
  4. Separate gli albumi dai tuorli.
  5. Montate a neve gli albumi.
  6. Mescolate la farina di mandorle allo zucchero.
  7. Aggiungere un pizzico di cannella ed unire i tuorli.
  8. Mescolate gli ingredienti ne quando il composto sarà omogeneo unite gli albumi montati a neve.
  9. Lavorate un po’ di cotognata in un recipiente in modo da renderla cremosa.
 
Prepariamo ora i nostri dolcetti:
  1. Prendete un po’ di frolla, stendetela e con questa foderate gli stampini.
  2. Stendete uno strato sottile di marmellata sul fondo.
  3. Adagiate un po’ di crema alle mandorle.
  4. Ricoprite con la restante frolla avendo l’accortezza di sigillare bene i bordi.
  5. Infornate a 180° per circa 35-40 minuti.
  6. Sfornate e lasciate raffreddare completamente.
  7. Nel frattempo fate sciogliere il cioccolato fondente a pezzi con il burro a bagnomaria.
  8. Mescolate di tanto in tanto la glassa.
  9. Quando risulterà omogenea e non troppo liquida sarà pronta.
  10. Con l’aiuto di un pennello ricoprite in modo uniforme la parte superiore dei vostri dolcetti.
  11. Lasciate solidificare.

Un dolce dalle mille anime e dai tanti sapori: il fruttone salentino.
Il suo ripieno affonda le radici nella tradizione salentina.
 
Un morbido ripieno di crema di mandorle bianche… non di pasta di mandorla attenzione ed  un delicato velo di marmellata di melecotogne, (altra ricetta tipica salentina) o in alternativa di marmellata di pere, dal gusto più dolce.
 
Il risultato finale è un sapore inconfondibile, intenso ed avvolgente.

Questa ormai famosa formina fa capolino in tutte le vetrine di pasticceria nel Salento, anche perché, per essere apprezzato, deve esser mangiare freddo magari accompagnato da un ottimo caffè espresso.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
0,078125