Sei in » »
Limoncello fatto in casa
Tempo totale:

Dal Salento. La bella stagione è alle porte e cosa c’è di meglio che gustare un bicchierino di limoncello fatto in casa? Naturalmente dobbiamo utilizzare limoni biologici, non trattati chimicamente, e l’ideale sarebbe farsi una bella scorta da chi possiede un albero di limoni in giardino o in campagna, ma se ne trovano di ottima qualità anche in commercio.
 
Non è un liquore che si fa in giornata, serve avere pazienza e attendere i giorni di macerazione, ma il risultato finale vi renderà felici e sarà apprezzato anche da chi solitamente non beve liquori poichè potete regolare il grado alcolico rendendolo leggero a seconda delle vostre esigenze e gusti.
 
Come digestivo dopo i pasti o come aperitivo, il limoncello è ottimo e conserva tutto il profumo degli oli essenziali contenuti nelle bucce dei limoni chiamate anche zeste. Il limoncello più famoso in Italia è quello di Sorrento, di Amalfi e di Capri, fatto con i tipici limoni grandi dalla buccia gialla e rugosa, ma se seguite meticolosamente i consigli e il procedimento indicato nella ricetta il vostro limoncello fatto in casa non avrà nulla da invidiare a quelli in commercio o a quelli campani.

Ingredienti (15 persone):
  • 6 limoni di media grandezza;
  • 400 ml di alcool a 95°;
  • 500 ml di acqua;
  • 400 gr di zucchero.
Procedimento:

  1. Lavate bene i limoni e asciugateli.
  2. Tagliate in fettine sottili la buccia facendo attenzione a non tagliare anche la parte bianca che riveste la polpa del limone e che dona il gusto amarognolo.
  3. Mettete le bucce di limoni in un vasetto di vetro sterilizzato.
  4. Aggiungete l’alcool e chiudete bene il vasetto.
  5. Lasciate macerare le bucce di limoni nell’alcool per almeno 8 giorni.
  6. Trascorso il tempo della macerazione riaprite il vasetto e filtrate l’alcool.
  7. In una pentola mettete acqua e zucchero e fate sciogliere sul fuoco.
  8. Togliete la pentola dal fuoco e aggiungete l’alcool filtrato e mescolate bene.
  9. Lasciate raffreddare completamente e riempite la bottiglia di limoncello.
  10. Conservate in frigorifero.

Consigli: Così preparato il limoncello può essere bevuto subito e va conservato in frigorifero. Se volete un liquore più leggero, dal punto di vista alcolico, potete ridurre la quantità di alcool mantenendo invariate le quantità  degli altri ingredienti, ma mi raccomando utilizzate alcool e limoni di ottima qualità per un risultato perfetto.

Variante: Oltre al limoncello dai limoni potete ricavare la marmellata, il cremoncello, o crema di limoni, che è un liquore più cremoso per l’aggiunta del latte intero e che va conservato in freezer e servito molto freddo. E’ una simpatica idea regalo da confezionare in bottiglie con forme particolari.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
0,09375