Sei in » »
l'8 e 9 agosto a Vignacastrisi 29ma edizione della Festa dell'orecchietta
Tempo totale:

Dal Salento. La rucola: fragrante, aromatica e leggermente piccante…ecco le caratteristiche che rendono questa pianta un cult dell’estate.
 
Solitamente la si utilizza cruda ma noi oggi vogliamo prepararvela cotta ed in particolare vogliamo presentarvi un primo piatto con un sughetto alla rucola.
 
La preparazione è molto semplice ed il sapore risulterà decisamente invitante: è la soluzione ideale per una cena informale con amici o per un primo piatto leggero ma sempre gustoso.
Ecco come fare.

Ingredienti (4 persone):
  • 350 gr di orecchiette;
  • un mazzetto di rucola;
  • 15 pomodori pachino;
  • olio extravergine di oliva;
  • 2 spicchi di aglio;
  • peperoncino;
  • sale.
Procedimento:

  1. Mondate la vostra rucola dalle parti sciupate e dure.
  2. Mettete a bollire abbondante acqua salata in una capace casseruola.
  3. Appena risulterà pronta tuffate la vostra rucola e fatela sbollentare per qualche minuto.
  4. Scolatela e trasferitela in un piatto dove la taglierete grossolanamente.
  5. Ora occupiamoci del sughetto.
  6. Pulite l’aglio e schiacciatelo.
  7. In una padella antiaderente fate riscaldare dell’olio.
  8. Unitevi quindi l’aglio e lasciatelo dorare a fuoco moderato.
  9. Toglietelo e buttateci la rucola tagliuzzata.
  10. Fate insaporire la rucola nell’olio aromatizzato per qualche minuto.
  11. Nel frattempo lavate i pomodorini e tagliateli a quarti.
  12. Uniteli alla rucola e lasciateli appassire a fiamma vivace per il tempo necessario a renderli rosolati.
  13. Unite peperoncino secondo il vostro gusto.
  14. Rimettete sul fuoco la pentola contenente l’acqua di lessatura della rucola.
  15. Lessate, in questa acqua, la pasta avendo l’accortezza di ricontrollare l’adeguatezza della salatura.
  16. Scolate al dente la pasta e unitela al sughetto di pomodorini e rucola.
  17. Mantecate per qualche minuto aggiungendo un mestolo di acqua di cottura.
  18. Servite caldo.

La rucola è una pianta che cresce spontaneamente in tutto il territorio salentino: è facilissimo trovarne piante dappertutto.
La facile diffusione dipende fondamentalmente dal fatto che, in questa zona, la rucola ha trovato ottimali condizioni di vita che le permettono di diffondersi.
 
La rucola selvativa è facilmente riconoscibile per le sue foglie lunghe e molto frastagliate e per i suoi fiorellini giallo intenso.
 
Il suo sapore è molto pungente e acquisisce profumi particolari in base alle caratteristiche del terreno in cui è cresciuta.
 
Un’annotazione curiosa ed interessante al tempo stesso: si dice che questa piccola verdura sia afrodisiaca
Buon appetito!



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |



0,078125