Sei in » »
Pesche sciroppate
Tempo totale:

Dall'Italia. Le pesche sciroppate sono un frutto dolce che si usa in pasticceria abbinato al gelato o al cioccolato. Approfittate dell’abbondanza delle pesche in questa stagione, scegliete le migliori, grandi o piccole, l’importante che non abbiano difetti.

Con pochi accorgimenti, tre semplici ingredienti avrete le vostre pesche a disposizione per tutto l’anno che potrete abbinare piacevolmente al dolce o potrete gustarle come uno spuntino, in entrambi i casi vi ricorderanno l’estate.

Ingredienti (6 persone):
  • 1 kg di pesche (percoche o a pasta bianca);
  • 200 gr di zucchero;
  • 500 ml di acqua.
Procedimento:

Preparazione delle pesche:

  1. Lavate per bene le vostre pesche eliminando quelle che vi sembrano troppe mature o che presentano dei piccoli difetti.
  2. Ponete le pesche in una pentola dai bordi alti e riempitela di acqua.
  3. Mettete sul fuoco e portate a bollore l’acqua e fate sbollentare le pesche almeno per 2-3 minuti.
  4. Con una schiumarola prelevate le vostre pesche e mettetele in uno scolapasta.
  5. Per farle raffreddare passatele sotto acqua corrente.
  6. Una volta raffreddate iniziate a sbucciare le pesche.
  7. Tagliatele tutte a metà e togliete il nocciolo.
  8. Ponete le vostre pesche nel vasetto di vetro.

Preparazione dello sciroppo:
  1. In un pentolino versate l’acqua e lo zucchero.
  2. Portate sul fuoco e fate scaldare a fuoco lento.
  3. Mescolate il composto con una spatola per assicurarvi che tutto lo zucchero si sciolgaa bene.
  4. Portate a bollore e fate cuocere per 2-3 minuti.

Procediamo con la composizione dei vasetti di pesche:
  1. Versate in ogni vasetto la quantità di sciroppo che occorre a riempire tutti gli spazi lasciati dal volume delle pesche.
  2. Riempite poi fino al bordo creando così uno strato che le ricopre tutte completamente.
  3. Sigillate i vostri barattoli chiudendoli bene con i tappi.
  4. Capovolgete i barattoli e fateli raffreddare.
  5. Sterilizzate i vostri vasetti di pesche sciroppate in una pentola capiente riempita di acqua.
  6. Portate a bollore e fate sterilizzare per mezz’ora.
  7. Passato questo tempo, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare nella pentola.
  8. Una volta raffreddati estraete i vostri vasetti di conserva di pesche sciroppate e riponeteli nella dispensa.

Così preparate le pesche si possono gustare già dopo un mese dalla loro preparazione e si conservano anche per sei mesi. Una volta aperti i vasetti vanno conservati in frigorifero.

Consigli: Se preferite pesche più sode dovete comprarle meno mature e farle sbollentare per pochi minuti, viceversa se le preferite più morbide potete sceglierle leggermente più mature. In entrambi i casi l’ideale sarebbe utilizzare pesche bio o quelle che avete nel vostro giardino che non sono trattate con pesticidi e insetticidi.

Idee per servirle: Se volete sorprendere i vostri ospiti e servire in modo fantasioso le pesche sciroppate, fate un finto uovo fritto. Capovolgete una pesca su un piattino e circondatela di panna spray o montata, la pesca sembrerà un tuorlo e la panna l’albume fritto. Vedrete che i vostri ospiti gradiranno l’accostamento.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
0,0625