Sei in » »
Purciddhruzzi e Cartiddhrate
Tempo totale:

Dal Salento. I Purceddhruzzi salentini sono dei semplici pezzetti di pasta fritta decorati con miele e confettini colorati. Con le Carteddhrate, fatte con lo stesso impasto, ma ottenute da strisce di sfoglia arrotolata a forma di rosellina, sono i dolci tipici del Natale e quando sono sulla tavola portano allegria e piacciono davvero a tutti.

Croccanti fuori per la frittura e morbidi all’interno, questi dolcetti natalizi sono preparati in tutta Italia e assumono un nome diverso a seconda delle località. Noti come Struffoli nel napoletano, come Sannachiudere nel tarantino, Cicerchiata in Abruzzo, Pignolata in Calabria e in Sicilia, nel Salento si chiamano Purceddhruzzi perchè i pezzettini di pasta assomigliano a piccoli porcellini.

Da piatto ricavato da scarti di farina e altri semplici ingredienti, sono divenuti i dolci tipici e golosi delle festività che sono resi ancora più invitanti dall’aggiunta di coloratissimi frutti canditi o confetti e codette.

Ingredienti per la pasta (10 persone):
  • 500 gr di farina;
  • 4 uova;
  • 75 gr di burro;
  • 60 gr di zucchero;
  • 3 cucchiai di anice;
  • 1 cucchiaio di limoncello;
  • 1 bustina di vanillina;
  • buccia di un limone ed un'arancia grattugiata;
  • succo di mezza arancia;
  • un cucchiaino di lievito;
  • 8 gr di sale.
Ingredienti per la decorazione (10 persone):
  • 350gr di miele;
  • 100 gr di zucchero;
  • confettini;
  • frutta candita.
Procedimento:

Procedimento per i purceddhruzzi e carteddhate:

  1. Su una spianatoia mettete la farina a fontana e all’interno le uova.
  2. Aggiungete il burro e lo zucchero e amalgamate gli ingredienti.
  3. Aggiungete l’anice, il limoncello, il succo e la buccia d’arancia e di limone.
  4. Aggiungete il lievito e la vanillina.
  5. Impastate e per ultimo aggiungete il sale.
  6. Amalgamate tutti gli ingredienti e impastate bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
  7. Dividete il composto in tanti bastoncini e con un coltello tagliate dei pezzettini di pasta.
  8. Se invece volete realizzare le carteddhate dovete stendere il composto in una sfoglia sottile e con l’aiuto di una rotella dentata dovete tagliare tante striscioline di pasta.
  9. Avvolgete le strisce formando una rosa e chiudete le estremità pizzicandole con le dita ottenendo le classiche carteddhate salentine.
  10. Riscaldate l’olio di semi (preferibilmente di arachidi) e quando è arrivato a temperatura iniziate la frittura.
  11. Immergete i pezzetti e le rose di pasta nell’olio bollente e quando risultano dorati scolateli e lasciateli su carta assorbente.
  12. Lasciate intiepidire i purceddhruzzi e le carteddhate prima di aggiungere il miele. Intanto dedicatevi alla preparazione del condimento.
 
Procedimento per il condimento:
  1. Mettete il miele in una pentola e aspettate che cominci a bollire.
  2. Aggiungete lo zucchero e lasciatelo sciogliere.
  3. Versate una parte dei purceddhruzzi e con un cucchiaio di legno girateli per far amalgamare bene il miele.
  4. Toglieteli e procedete in questo modo fino a quando tutti i pezzetti di pasta fritta sono stati immersi nel miele caldo.
 
Composizione del dolce:
  1. Prendete un piatto decorato o un vassoio e ponete i vostri purceddhruzzi amalgamati nel miele.
  2. Aggiungete a vostro piacimento confettini colorati, codette e frutta candita.
  3. Servite con un cucchiaio.

Se volete realizzare delle monoporzioni mettete i vostri purceddhruzzi nei pirottini natalizi accompagnati da un cucchiaino.
Così preparati i purceddhruzzi e le carteddhrate si possono anche confezionare con un vassoio e del cellophane divenendo una bella idea regalo che sarà sicuramente molto apprezzata.
 
Consigli: Per la frittura utilizzate l’olio d’arachide che resiste meglio alle alte temperature e se friggette grandi quantità cambiatelo spesso per evitare che faccia la schiuma o che fuoriesca dalla pentola.
I confettini colorati o le codette non vanno aggiunti quando gli struffoli e le carteddhrate sono caldi altrimenti perderanno il loro colore. Aggiungeteli appena cominciano a diventare tiepidi così resteranno colorati e non perderanno il loro sapore.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
6,640625E-02