Sei in » »
Risotto primavera alla salentina
Tempo totale:

Dal Salento. Mangiare le verdure non è il massimo del gusto.

Spesso, per rendere saporiti questi prodotti è necessario trasformarli o cuocerli in modo poco salutare ( fritti in pastella ad esempio) e così si perde la loro naturale leggerezza.

Il risotto primavera alla salentina è una ricetta antica delle massaie locali, un modo semplice e salutare di cucinare le verdure (veramente tante e varie in questa preparazione) e renderle appetibili anche ai palati più esigenti: quelli dei bambini.

Prepariamolo insieme.

Ingredienti (4 persone):
  • 8 asparagi freschi;
  • 100 gr di fagiolini freschi;
  • 100 gr di zucchine;
  • 150 gr di pisellini;
  • mezza cipolla bianca;
  • uno spicchio di aglio piccolo;
  • 250 gr di riso carnaroli;
  • 1 l di brodo vegetale;
  • 75 gr di parmigiano;
  • olio extravergine di oliva;
  • sale;
  • pepe.
Procedimento:

  1. Iniziamo con il mondare la verdura.
  2. Prepariamo gli asparagi. Lavateli, quindi eliminate la parte legnosa, tagliate le punte e mettetele da parte e riducete a tocchetti il resto del gambo.
  3. Sgranate i pisellini e lavateli con acqua corrente fredda, fateli sgocciolare.
  4. Puliamo ora i fagiolini: lavateli accuratamente, spuntateli per eliminare la parte legnosa, se necessario eliminate il filetto laterale e divideteli in tocchetti di 2-3 cm.
  5. Ora le zucchine:  lavate anch’esse quindi riducetele a cubetti.
  6. Affettate anche la cipolla in modo molto sottile.
  7. Mettete dell’acqua a riscaldare.
  8. Scaldate un paio di cucchiai di olio in una capace casseruola e mettete metà della cipolla a stufare.
  9. Quando sarà dorata unite nell’ordine: i fagiolini, i piselli e infine i gambi di asparago tagliati.
  10. Coprite con acqua calda, regolate di sale e di pepe e fate cuocere per circa 10 minuti( se necessario aggiungere altro liquido perché il riso non deve asciugarsi troppo).
  11. Unite a questo punto le zucchine e proseguite la cottura per altri 5 minuti.
  12. Le verdure dovranno risultare cotte ma sode.
  13. Prepariamo adesso il riso.
  14. Fate riscaldare il brodo.
  15. In una padella a bordi altri fate riscaldare dell’olio extravergine di oliva.
  16. Mettete a rosolare la restante cipolla con lo spicchio di aglio privato dell’anima.
  17. Unite quindi il riso e lasciate tostare qualche minuto, fino a quando i chicchi non risulteranno traslucidi.
  18. Bagnando il riso con il brodo, portate a cottura mescolando di continuo (circa 20-25 minuti).
  19. A metà cottura unite le verdure cotte e le punte di asparago ancora crude.
  20. Appena il riso risulterà cotto, spegnete il fuoco, regolate di sale e di pepe se necessario, aggiungete un filo di olio, il formaggio grattugiato e mantecate.

Un risotto veramente fresco ed invitante quello che arriva oggi dal Salento.

Le materie prime di ottima qualità sono il segreto di questo risotto che vi stupirà con il suo sapore delicato.

In questi giorni, in cui il primo caldo arriva quasi all’improvviso, si ha proprio voglia di qualcosa di leggero che non appesantisca e la ricetta di oggi risponde a questa esigenza.

Tanta verdura fresca di stagione per un primo piatto da leccarsi i baffi.

La presenza massiccia di verdure, in quasi tutte le ricette salentine, è il simbolo dell’intenso connubio che la gastronomia locale ha instaurato, nei secoli, con i prodotti della terra. Per un gusto più intenso, potete utilizzare gli asparagi selvatici che, nel Salento, crescono spontaneamente un po’ ovunque, soprattutto sui bordi delle strade di campagna.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |



8,984375E-02