Sei in » »
Sorbetto al limone
Tempo totale:

Dalla Puglia. Il sorbetto, è uno dei dolci più apprezzati e graditi, soprattutto in estate.
Ecco le sue caratteristiche: leggero, fresco, con poche calorie, senza grassi, senza glutine, decisamente vegan, delle qualità che lo rendono apprezzato ed adatto ad ogni situazione.

La ricetta che vi presentiamo oggi è semplice, potremmo dire “espressa” ed essendo una ricetta contadina, non prevede l’utilizzo della gelatiera.

Ovviamente se avete un frullatore il risultato sarà più cremoso, altrimenti non disperate, mescolando la preparazione di tanto in tanto e grattandola una volta congelato verrà più granuloso ma sempre buonissimo.

Ingredienti (8 persone):
  • 1 lt di acqua;
  • 500 gr di zucchero semolato;
  • 6-7 limoni biologici.
Procedimento:

  1. Iniziamo con il preparare uno sciroppo di acqua e zucchero.
  2. In un tegamino versate mezzo litro di acqua e lo zucchero.
  3. Ponete sul fuoco a fiamma molto bassa ed iniziate a mescolare.
  4. Fate sciogliere completamente lo zucchero.
  5. Lo sciroppo non deve assolutamente colorarsi ma rimanere limpido e trasparente.
  6. Spegnete appena lo zucchero si sarà sciolto, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
  7. In un secondo pentolino mettete la restante acqua con la buccia dei limoni (senza polpa bianca).
  8. Anche questa ponetela sul fuoco e portate ad ebollizione.
  9. Spegnete e togliete dal fuoco.
  10. Lasciate raffreddare coperto e con le bucce di limone in infusione.
  11. Nel frattempo spremete i limoni e filtrate il succo.
  12. Quando i due sciroppi saranno completamente freddi uniteli ed aggiungete il succo di limone spremuto e filtrato.
  13. Versate il liquido ottenuto in un recipiente freddo (che avrete tenuto in freezer per almeno un paio d’ore)e ponete in frigo.
  14. Ogni 30 minuti mescolate con un cucchiaio di acciaio anch’esso freddissimo per almeno 4-5 volte (in alternativa potete utilizzare un frullatore od uno sbattitore per incorporare più aria e farlo venire più gonfio).
  15. Servite freddissimo all’interno di flute.

Come precisato in precedenza questa ricetta non prevede l’uso della gelatiera.
Il risultato sarà un po’ più granuloso ma sempre buonissimo.
 
Lo sciroppo allo zucchero preparato, consentirà al sorbetto di non ghiacciare completamente, in questo modo potrete facilmente grattarlo con un cucchiaio.
 
Un tempo, per le strade dei vari paesi, molti venditori ambulanti erano soliti andare in giro con pesanti blocchi di ghiaccio. Erano i venditori di granite, un prodotto fresco e poco costoso. Realizzare le granite era molto semplice, bastava un po’ di lavoro di braccia. I blocchi venivano raschiati con una particolare spatola chiamata  “chianuzzu” che tritava il ghiaccio molto finemente. Questo ghiaccio, veniva poi messo in dei bicchieri di carta e farcito con sciroppi ai mille gusti: orzata, menta, amarena, ecc… ecco l’antenato povero dei nostri gelati!
 
Con questo procedimento possono essere preparate granite dai mille gusti, semplicemente variando il tipo di agrume utilizzato ed accomodando la quantità di zucchero.



Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |



0,078125