Sei in » »
Turcinieddhri salentini
Tempo totale:

Dal Salento. Difficile definire questi bocconcini di carne di agnello da latte solo mangiandoli se ne può cogliere la reale essenza.

A metà strada tra gli spiedini e gli involtini devono essere realizzati esclusivamente con frattaglie di agnellino da latte, più tenere e dal sapore meno selvatico.

La preparazione non è complicata, particolare attenzione va dedicata alla pulizia del budellino ma anche qui potete farvi aiutare dal vostro macellaio di fiducia se non siete molto pratici.

Ecco come prepararli.

Ingredienti (4 persone):
  • 600 gr di frattaglie di agnellino da latte (fegato, milza, cuore, polmoni);
  • rete e budellino di agnello;
  • un mazzetto di prezzemolo;
  • aceto;
  • pepe;
  • sale;
  • 2 limoni;
  • olio extravergine di oliva.
Procedimento:

  1. Prendere le interiora del vostro agnellino, staccare le budella seguendo la lunghezza.
  2. Lavarle accuratamente, anche internamente, con acqua corrente fredda.
  3. Tagliare i limoni in cubetti piccoli.
  4. Strofinarle accuratamente con sale e il limone in pezzi.
  5. Tagliare a cubetti anche il fegato,  il cuore ed il resto delle interiora.
  6. Formare dei mucchietti di circa 10 cm di lunghezza e di 2 di larghezza.
  7. Avvolgerli nella rete (ometo) e chiuderli con il budellino.
  8. Adagiateli in una pirofila e farli marinare con sale, pepe, prezzemolo ed un filo di olio.
  9. Se non gradire il sapore troppo selvatico dell’agnello aggiungete anche qualche goccia di aceto o fette di limone.
  10. Cuocete sulla brace a fuoco lentissimo in modo che esternamente non risultino bruciati mentre sono ancora crudi all’interno.

Questa è la preparazione tipica delle serate in compagnia con gli amici, un barbecue, tanta compagnia e dell’ottimo vino: gli ingredienti perfetti per una serata perfetta.

Sono una vera prelibatezza, non a tutti gradita, a causa del suo sapore intenso e deciso, ma chi impara ad apprezzarli non ne potrà più fare a meno.

Questi involtini sono tra le preparazioni più apprezzate anche da chi viene in vacanza in Salento e se non avete voglia di prepararli si possono acquistare pronti nelle macellerie più rinomate e fornite.

E’ bene precisare che non sono disponibili in tutti i periodi dell’anno ma che la loro produzione dipende dalle fasi di crescita e macellazione degli agnellini da latte.

Un consiglio: la brace deve essere rigorosamente di legno di olivo, che si brucia lentamente e mantiene costante la sua temperatura, solo in questo modo la cottura sarà ottimale.



Turcinieddhri alla brace
Autore:
0 commenti
Hai gradito la ricetta? Commentala! |
5,859375E-02